Ricalibratore sonda lambda

Dalla pompa benzina allo scarico: il cuore della Yamaha TRACER 900.
dmax68
2
Messaggi: 147
Iscritto il: 12 ott 2016, 09:28
Nome: massimo
Moto posseduta: mt-09 Tracer 2017
Località: ala (TN)

Ricalibratore sonda lambda

Messaggio da dmax68 » 17 mag 2020, 15:17

Ciao a tutti, più o meno tutti ci lamentiamo dei seghettamenti a regimi costanti (fino a 4500 rpm) delle nostre Tracer 900 causati da una combustione magra in quel gange di giri.
In giro sulla rete si trovano dei "ricalibratore sonda lambda" che in teoria dovrebbero far credere alla centralina che il rapporto stechiometrico sia più magro del reale inducendo la stessa ad ingrassare.
Io sarei tentato a provarlo, tantopiú che non è una modifica irreversibile, ma basta toglierla per rimettere le cose a posto.
Qualcuno qui l'ha già provato? Opinioni in merito?

Cippy
2
Messaggi: 345
Iscritto il: 06 giu 2015, 22:03
Nome: Marco
MT-09: ABS, Deep Armor
Località: SS45

Re: Ricalibratore sonda lambda

Messaggio da Cippy » 17 mag 2020, 15:48

Posta ciò che hai visto, così possiamo capire meglio. Ci sono emulatori (in pratica resistenze fisse), moduletti (tipo rapid easy) e poi modulatori dinamici (che variano la resistenza in modo non lineare). Quale hai visto tu?

Inviato dal mio Mi Note 10 utilizzando Tapatalk


dmax68
2
Messaggi: 147
Iscritto il: 12 ott 2016, 09:28
Nome: massimo
Moto posseduta: mt-09 Tracer 2017
Località: ala (TN)

Re: Ricalibratore sonda lambda

Messaggio da dmax68 » 17 mag 2020, 15:55

Mi riferisco a quelli che trovi su questa pagina, o qualcosa del genere, penso che siano dinamici non una resistenza fissa.

https://m.facebook.com/Motobricolage/

Dai un"occhiata al primo video.

Cippy
2
Messaggi: 345
Iscritto il: 06 giu 2015, 22:03
Nome: Marco
MT-09: ABS, Deep Armor
Località: SS45

Re: Ricalibratore sonda lambda

Messaggio da Cippy » 17 mag 2020, 16:01

Mah...così dalla foto non si capisce molto... A me paiono uguali a questi... Immagine

Inviato dal mio VOG-AL00 utilizzando Tapatalk


dmax68
2
Messaggi: 147
Iscritto il: 12 ott 2016, 09:28
Nome: massimo
Moto posseduta: mt-09 Tracer 2017
Località: ala (TN)

Re: Ricalibratore sonda lambda

Messaggio da dmax68 » 17 mag 2020, 16:31

Ma questi è evidente che escludono la lambda e posizionano al suo posto una qualche resistenza o altro.
Quello che ho postato io ha un ingresso (la lambda) e un'uscita (la centralina) quindi penso che venga letto il valore di lambda, modificato e poi inviato alla centralina che si comporterà di conseguenza.

Cippy
2
Messaggi: 345
Iscritto il: 06 giu 2015, 22:03
Nome: Marco
MT-09: ABS, Deep Armor
Località: SS45

Re: Ricalibratore sonda lambda

Messaggio da Cippy » 17 mag 2020, 16:48

Ti riferisci alla scatoletta nera? Dove hai letto che c'è una centralina?
Spiegati meglio.
Chi ti dice che invece dentro c'è una resistenza?
Guarda come è fatta una Rapid Bike Easy ad esempio (che io ho avuto e montato) e poi capisci che li dentro difficilmente ci starebbe lo stesso circuito.


Inviato dal mio VOG-AL00 utilizzando Tapatalk



dmax68
2
Messaggi: 147
Iscritto il: 12 ott 2016, 09:28
Nome: massimo
Moto posseduta: mt-09 Tracer 2017
Località: ala (TN)

Re: Ricalibratore sonda lambda

Messaggio da dmax68 » 17 mag 2020, 17:03

Appunto chiedevo se qualcuno l'avesse provata...
Del resto la sonda lambda non è altro che un sensore che restituisce una tensione tra zero ed un volt in base alla quantità di ossigeno presente nei fumi.
Da tensioni vicine ad un volt quando trova poco ossigeno, quindi miscela grassa e tensioni vicine allo zero quando trova molto ossigeno, quindi miscela magra.
Se ad esempio nella configurazione standard della nostra Tracer il segnale deve stare ad esempio a circa 0,6 volt se io lo modifico e lo porto a 0,4 volt induco la centralina ad ingrassare.
Per abbassare una tensione basterebbe un partitore che si realizza con due semplici resistenze.

Questa però è pura teoria.

Cippy
2
Messaggi: 345
Iscritto il: 06 giu 2015, 22:03
Nome: Marco
MT-09: ABS, Deep Armor
Località: SS45

Re: Ricalibratore sonda lambda

Messaggio da Cippy » 17 mag 2020, 17:38

Si certo, il tuo ragionamento è corretto.
Dapprima allora ti rispondo con la mia modesta esperienza in tema. Ho provato un esclusore lambda (uno di quei connettori che ti ho postato sopra) e non ho notato nessuna differenza; qualcuno invece, su altre moto, diceva di aver buoni risultati...).
Ho provato una Rapid Bike Easy, simile nel concetto ad una resistenza variabile. Qualcosa faceva, specie nel breve periodo (300-400 km) la moto andava meglio, era più lineare, però poi, specie col caldo (sia temperatura esterna che temperatura motore) la cosa scemava.
Ho provato a disuterne un po' con un membro del forum FZ09.org autraliano, tale KEV, che di prove ne ha fatte e molte (troppe !!!) ed ha precchia esperienza (e manualità) in merito.
Era riuscito a costruire un accrocchio tipo quello che hai postato tu, solo che dentro non c' era solo una resistenza (come io suppongo esserci in quello) ma un circuito vero e proprio, che modificava il valore della resistenza in modo dinamico, riportandolo sempre nel valore preimpostato. E fin qui tutto ok. Fino al modello 2016 della MT era perfetto, e qualche "modulo" lo ha pure venduto, non per smania di soldi (non ne ha proprio bsogno !!!) ma perchè glielo continuavano a chiedere gli altri menbri.
Purtroppo sul modello 2017 (che KEV ha comperato) il modulo dopo 3/4mila km dava errore, e non è mai riuscito a capire perchè. Ha poi deciso di rimapparsela in casa ed escludere la fattuta lambda (ottima idea, aggiungo io).
In base ai ragionamenti che abbiamo fatto sia io che lui, assieme, a quanto pare nella naked dal 2017 in poi hanno variato la logica di funzionamento della lambda, per rientrare nella caccata eur4...ho quindi suggerito a Kev di considerare la fase di riscaldamento, dove (a quanto pare) adesso la centralina legge ugualmente i valori della lambda. Probabile che quindi i vecchi accrocchi (anche quelli che ho postato io) sui modelli 2017 in poi non vadano più bene, perchè esce la spia avaria motore.
Adesso non so se anche la Tracer ha seguito la stessa (brutta) sorte della naked o meno, però tieni presente anche questo.
Se decidi di provare col modulino che hai postato tu (dubito che ci siano diversi che l' hanno montato) ti suggerisco di chiedere se va' bene per tutte le annate della Tracer, proprio per quanto ho scritto sopra.
Scusa il papiro ma io ho odiato la lambda da quando ho acquistato la naked 2016, perchè gira e rigira ci mette sempre il naso.
Adesso penso di aver trovato un buon equilibrio, nel senso che parrebbe farsi i azzi suoi...(ho montato una Rapid Racing, ma questa è un' altra storia).
Spero di esserti stato d' aiuto (a non buttare troppi soldi).

dmax68
2
Messaggi: 147
Iscritto il: 12 ott 2016, 09:28
Nome: massimo
Moto posseduta: mt-09 Tracer 2017
Località: ala (TN)

Re: Ricalibratore sonda lambda

Messaggio da dmax68 » 17 mag 2020, 17:51

Io ho una tracer 2017 e la meccanica è uguale alla naked quindi...
Ecco, già la tua esperienza in merito mi chiarisce un po' la situazione.
Da quello che scrivi suppongo che il valore fosse fisso, e sul modello 2017 la centralina trovando un valore da correggere andasse a ingrassare la miscela ma non notando cambiamenti del valore letto appena raggiungeva il valore massimo di correzione dava errore

Cippy
2
Messaggi: 345
Iscritto il: 06 giu 2015, 22:03
Nome: Marco
MT-09: ABS, Deep Armor
Località: SS45

Re: Ricalibratore sonda lambda

Messaggio da Cippy » 17 mag 2020, 17:53

Mah, penso semplicemente che, essendo una Eur3, la fase di riscaldamento veniva completamente ignorata dalla ECU. Poi dalla 2017 (Eur4) hanno dovuto prendere in considerazione anche la fase di riscaldamento lambda (e motore), quindi un valore fisso in quella zona (come dici tu) dava errore alla zoccola ECU...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti